la coperta centenaria

La conquista di Gorizia da parte dell’esercito italiano avvenne fra l’8 ed il 9 agosto del 1916 dopo 10 giorni di sanguinosissimi combattimenti lungo le sponde dell’Isonzo e le montagne del Carso, che provocarono centomila morti fra i due eserciti contrapposti.

Mio nonno era uno delle centinaia di migliaia di soldati che combatterono su quei fronti. Qualche storia di guerra la raccontò per noi bambini, ma era piuttosto parco, troppo crudi e sanguinosi erano stati gli eventi. Mi rimase impresso quando raccontava del suo cavallo che durante i bombardamenti si metteva con il muso accanto al suo viso a cercare conforto e protezione.

Il castello di Gorizia era stato gravemente danneggiato e suppellettili ed oggetti giacevano sparsi. Mio nonno prese una coperta di lana, i nostri soldati erano malamente equipaggiati. Questa coperta lo accompagnò in altre battaglie, la guerra sarebbe durata ancora più di due anni con vittorie e sconfitte ed ancora immani carneficine.

Quando finalmente finì ed i soldati tornarono a casa la coperta seguì ancora mio nonno, finalmente destinata al riposo di una persona che poteva dormire nel suo letto, in pace. In pace per poco, perché non gli fu permesso di dormire sempre nel suo letto da un regime che aveva deciso di perseguitare chiunque non fosse in linea. Chissà se la coperta lo seguì anche nei soggiorni obbligati in carcere o al confino.

Vennero i figli e poi i nipoti, la coperta continuava a svolgere il suo compito di riscaldare il sonno delle persone di famiglia. Arrivò anche a me, era una coperta calda e mi ha accompagnato per la mia infanzia ed adolescenza: una volta non si buttava via niente e mia nonna o forse mia madre intervennero più volte per rammendarla.

Infine è approdata nella mia casa di campagna a riscaldare i sonni di mio figlio, ma attraverso quattro generazioni poveretta non ne poteva più, ormai le parti lise erano troppe e non più rammendabili.

Io però non volevo buttare via la coperta centenaria, che aveva accompagnato le persone della mia famiglia e la storia del secolo scorso. Ho quindi provato a rimediare come potevo: l’ho distesa sul tavolo ed ho ritagliato tutte le parti irrimediabilmente lise. Ne ho ricavato dei rettangoli, non tutti uguali, ma abbastanza grandi, poi con lana di colori intonati li ho bordati con il punto festone e poi uniti l’uno all’altro con giri di maglia bassa all’uncinetto. Infine ho rifinito il tutto con giri di maglia bassa a righe di due colori. Ne è risultato un plaid, sempre comodo nei rigidi inverni in campagna. E la coperta di Gorizia, in versione ridotta, ma sempre calda, è ancora con noi.

alviano 15 luglio 14 022

 

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. ricreanna
    Ago 13, 2014 @ 08:50:06

    Ho incominciato il libro di Lilli Gruber, Eredità, ho letto solo l’incipit, e non conosco molto bene, ancora, questa porzione di storia italiana, ma è lo stesso periodo della tua coperta? Ciao,Anna. P.s. sono più ferrata sui nostri partigiani borbonici uccisi come briganti, vivo al sud…

    Mi piace

    Rispondi

    • alesprint
      Ago 13, 2014 @ 11:54:40

      La coperta risale alla prima guerra mondiale ed io so
      poco più di quello che ho letto nei libri di storia. Io sono del centro Italia e mio nonno fu un perseguitato politico nel ventennio fascista in Ciociaria. Si fece molti periodi in carcere a Roma ed al confino in quella che non era una villeggiatura.

      Mi piace

      Rispondi

  2. Trackback: vecchi oggetti carichi di storie | fiorievecchiepezze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, I Balocchi del Tipo Strano, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: