una sciarpa triangolare a crochet

Primo lavoro del nuovo anno! Ho cercato molto sul web come fare una sciarpa triangolare, alla fine ho deciso di fare da sola, questo è il risultato.

La sciarpetta si fa in poco tempo ed è molto semplice, ho usato solo la maglia alta, aumenti e diminuzioni, è adatta anche alle principianti. Io ho scelto una lana sfumata e l’ho lavorata con un uncinetto n.4,5.

Con un gomitolo da 100 g ho fatto la sciarpa ed anche un paio di mezzi guanti (per la sciarpa ne sono serviti 70-80g). la sciarpa finita è lunga 190 cm e nel punto più largo misura 30 cm.

Si inizia con 4 catenelle su cui si fanno 3 maglie alte, si continua a lavorare a m. alta in righe avanti e indietro aumentando 1 maglia alla fine dei soli giri pari, quindi un giro sì e un giro no, in modo che gli aumenti siano solo da un lato.

Continuare ad aumentare fino a che non si hanno 45 maglie (30 cm di larghezza e 95 cm di lunghezza), quindi cominciare a diminuire 1 maglia sempre dallo stesso lato, un giro sì e uno no, fino a che non rimangono 3 maglie.

Senza rompere il filo fare un bordino sui due lati obliqui. Io ne ho scelto uno molto semplice: *3 catenelle, saltare una m., 1 m. bassissima sulla m. seguente. Ripetere da * fino alla fine dei due lati obliqui.

Con questo lavoro colorato auguro un Buon Anno pieno di colori vivaci a tutti!

Annunci

qualcosa di caldo per Natale!

Natale è alle porte, ma abbiamo ancora tempo per fare a mano i regali. Qualcosa di caldo è sicuramente gradito, per esempio una morbida sciarpa o uno scaldacollo che sono pronti in pochissimo tempo e non bisogna essere una esperta di uncinetto per farli!

Il segreto è usare una lana morbida da lavorare con ferri o uncinetto grossi, anche di un numero maggiore di quello indicato sull’etichetta (verrà più morbida).

I punti crochet che ho usato sono in genere quelli base, i più semplici: m. bassa, m. alta, m. bassa a rilievo. Cliccando su alcune foto si può accedere alle spiegazioni.

In alternativa una sciarpa si può fare ai ferri a maglia legaccio o a m. rasata. Qui ho usato la stessa lana per fare una sciarpa a crochet ed una ai ferri.

Per questa piccola sciarpa ho usato una lana morbida di un colore vivace.

In alternativa si può usare un punto più elaborato, ma ugualmente molto facile come questa sciarpa a punto waffeln.

Se si ha tempo si può abbinare anche il berretto lavorato a crochet, è pronto in un pomeriggio.

Uno scaldacollo si fa in ancora meno tempo, per questo ho usato la maglia bassa in rilievo, un bottone lo completerà.

Una sciarpa si può fare anche con le granny.

sciarpa tricolore2 010

Un altro regalo caldo da fare in un pomeriggio sono gli scaldapolsi.

Anche un cappello è caldo, facile e rapido da fare. Qui due cappelli molto simili, in versione lei e lui.

cappelli3 001

 

coprifasce a crochet

Un piccolissimo coprifasce a crochet per una bimba che nascerà quest’inverno. Molto semplice e da fare in poco tempo, l’ho lavorato tutto a maglia bassa.

Occorrono 100 g di lana merinos per neonato e un uncinetto n. 3,5.

Corpino: si lavora in un unico pezzo: avviare 88 catenelle e lavorare a maglia bassa per 37 giri (14 cm).

Lavorare le prime 24 maglie e lavorare solo su queste avanti e indietro per altri 19 giri (7 cm) per fare un mezzo dietro.

Per lo scollo lavorare solo solo 13 maglie dal lato opposto all’apertura delle maniche. Tagliare il filo e affrancare.

Riprendere il lavoro e lavorare 40 maglie per il davanti lavorando avanti e indietro per 12 giri, poi per lo scollo lavorare solo le prime 16 maglie, tornare indietro e fare un altro giro facendo all’inizio una diminuzione. Fare in tutto 8 giri avanti e indietro facendo ogni 2 giri una diminuzione dal lato interno. Rimangono 13 maglie. Tagliare il filo e affrancare.

Riprendere il lavoro sull’altro lato rispetto allo scollo facendo lo stesso lavoro della prima metà e lasciando le 8 maglie centrali non lavorate.

Alla fine di questa seconda parte del davanti riprendere il mezzo dietro incompleto e fare lo stesso lavoro che per il primo mezzo dietro.

Maniche: avviare una catenella di 7 maglie per il polsino e lavorare un primo giro a m. bassa (6 maglie). Continuare a m. bassa in rilievo posteriore (si punta l’uncinetto solo nel filo posteriore della maglia precedente) per 30 giri (13 cm). Girare il lavoro e continuare a lavorare sul lato lungo del rettangolo ottenuto riprendendo 30 maglie e continuando a lavorare a m. bassa avanti e indietro. Dopo 5 giri fare 1 aumento all’inizio del giro per 2 volte. Ripetere i 2 aumenti dopo altri 5 giri.

Lavorare sempre a m. bassa per 12 cm totali (28 giri a m. bassa). Tagliare il filo e affrancare.

Cinturina: fare una catenella di 7 m. e lavorare a m. bassa per 15 cm, fare 1 diminuzione per parte per 2 volte, poi per fare il laccetto continuare senza rompere il filo facendo una catenella di 17 cm, su questa catenella lavorare un giro a maglia bassissima. Rompere il filo e affrancare.

Fare una seconda cinturina più corta, di 9 cm, anche questa con un laccetto uguale al primo.

Cucire le due cinturine all’altezza della vita, la più lunga al margine del mezzo dietro, la seconda al fianco.

Rifiniture: cucire le maniche al corpetto, fare un giro a punto gambero con una lana di un colore contrastante intorno allo scollo. Cucire delle applicazioni di lana, nel mio caso ho fatto un fiorellino e una farfallina.

 

 

fra un mese è Natale!

È tempo di mettersi al lavoro per chi vuole regalare oggetti fatti con le proprie mani!  Cosa hanno di meglio rispetto ai regali comprati? Molte cose, provo ad elencarle:

  • sono economici, a volte anche a costo zero
  • è rilassante lavorare con le mani seduti comodamente in poltrona
  • dà soddisfazione vederli crescere e prendere forma
  • dà soddisfazione vederli finiti
  • si fanno in poco tempo
  • li può fare anche chi è alle prime armi
  • fanno piacere a chi li riceve perché hanno un valore aggiunto

Qui ho scelto alcuni dei miei regali fatti a mano degli anni passati utilizzando varie tecniche: uncinetto, cucito, cucina. Sono tutti da fare in poco tempo, alcuni in pochissimo. Cliccando su molte delle foto ci si può collegare alle mie spiegazioni per farli.

I cappelli e le sciarpe, magari anche coordinati sono sempre graditi indipendentemente dal sesso e dall’età. Grazie alla lana spessa si fanno in poco tempo.

 

 

 

 

 

 

 

Anche i guanti e gli scaldapolsi saranno ben graditi!

Per una ragazza andranno bene braccialetti, orecchini, collane.

Questo bracciale a maglia bassa e la collana che segue sono stati fatti con vecchie magliette ridotte in fettuccia.

La tartarughina portachiavi sarà gradita da bimbe, ragazze e donne di tutte le età,

così come il gufetto.

Gli astucci portaocchiali, portapenne e portatutto sono sempre utili.

Le presine sono sempre ben accette soprattutto se colorate e beneauguranti. Hanno anche l’indubbio vantaggio di essere confezionate con pochissimo filo e poco tempo. Queste sono solo alcune delle innumerevoli che ho fatto, le più natalizie.

 

Per la cucina va bene anche un cestino fatto anche questo con fettuccia ottenuta da magliette riciclate

 

o gli animaletti calamita da attaccare allo sportello del frigorifero.

Per chi come me ama ricamare gli asciugapiatti a punto a croce sono allegri e rapidi da fare.

Sempre ricamati sono i sacchetti in cui mettere aromi.

La rete per la spesa con il fiore è molto natalizia e molto pratica, si può portare sempre in borsetta.

 

Ancora a crochet i coloratissimi sottobicchieri.

Un cesto rivestito a crochet potrà essere riempito di biscotti casalinghi, marmellate, frutta secca o aromi. Io trito gli aromi del mio orto prima fatti seccare e ne faccio barattolini da regalare.

 

In alternativa si può riempire il cesto con prodotti per l’igiene della persona, sempre fatti in casa, burro di cacao, crema per le mani o saponette.

sapone 003

Ancora crochet per un copricuscino colorato

 

o per il caldo poncho che grazie alla lana pesante si fa in pochissimo tempo,

o per il copritazza colorato

 

o il salvagocce

 

Anche gli anelli per le tende possono essere fatti a crochet e possono essere personalizzati.

 

La borsa per il computer in fettuccia si fa in pochissimo tempo.

 

Un vasetto di marmellata fatta in casa è gradita a tutti, specie se è un po’ insolita come questa di mele e succo di melagrane.

I sacchetti di cotonina riempiti di fiori secchi di lavanda sono un regalo profumato.

Infine per decorare l’albero, la casa o i pacchetti con poco cotone rosso e qualche anello per le tende sono presto fatti questi cerchi rossi.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

copertina per neonato a crochet

Questa è la coperina a crochet che ho fatto da poco per un bebè che nascerà questo inverno.

Misura 60 cm x 70 cm e sono stati necessari 300 g di lana merinos irrestringibile per neonati nel colore bianco fantasia e 50 g di lana gialla dello stesso tipo per il bordo.

Ho scelto un punto soffice ma caldo, il punto waffel.

Montare un numero di catenelle multiplo di 3+1, io ne ho montate 130 per una larghezza di 60 cm.

1° giro: tutto a m. alta.

2° giro:  3 catenelle al posto della prima m.alta, *1 m. alta in rilievo (ottenuta facendo passare l’uncinetto intorno alla m. alta del giro precedente), 2 m. alte. Si ripete da * fino alla fine del giro.

3° giro: 3 catenelle per iniziare, 2 m. alte in rilievo sopra le 2 m. alte del giro precedente, 1 m. alta sopra la m. alta in rilievo del giro precedente.

Continuare alternando il 2° e il 3° giro per la lunghezza voluta. Questo video può chiarire meglio la mia spiegazione.

Rompere il filo e affrancare.

Per il bordo ho scelto un punto a ventaglietti e una lana gialla:

1° giro: a m. alta facendo 5 m. alte sulla stessa maglia ai quattro angoli.

2° giro: *nella stessa maglia lavorare: 1 m. bassa, 3 m. alte, 1 m. bassa, saltare 2 m. e riprendere da *.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

porta occhiali a crochet

Il mio ultimo lavoro, da fare in poco tempo con pochi avanzi di filo di cotone colorato e un uncinetto n. 3,5.

Sono partita da una catenella di 15 maglie ed ho lavorato a m. bassa tutta la prima riga, facendo un aumento sull’ultima catenella (lavorare 2 maglie nella stessa catenella).

Girare il lavoro e continuare a m. bassa nella parte inferiore della catenella, facendo un altro aumento sulla prima maglia. Alla fine della riga fare due aumenti e continuare a lavorare sull’altro lato in modo che si formi un ovale. Alle due estremità arrotondate distribuire 3 aumenti per altri 2 giri fino ad ottenere un ovale di 8 cm di larghezza.

Continuare a lavorare a m. bassa senza più aumenti alternando i colori e facendo un giro a m. bassa in rilievo (ottenuta prendendo solo il filo posteriore di ogni maglia del giro precedente) quando si cambia di colore.

Lavorare a righe colorate per 16 cm, quindi formare la pattina di chiusura lavorando solo per metà del giro, poi tornare indietro e continuare a m. bassa in righe avanti e indietro facendo 2 diminuzioni ad ogni riga: 1 all’inizio e una alla fine.

Quando rimangono 3 maglie formare un’asola con 8 catenelle e fissarla con 1 mezza maglia bassa all’ultima maglia. Rompere il filo e affrancare.

Cucire un bottone in corrispondenza dell’asola; cucire all’interno una fodera di stoffa di un colore intonato.

Questo non è l’unico porta occhiali che ho fatto nel tempo, in un post precedente si possono trovare le spiegazioni per questo.

astuccio per occhiali

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

calzine bicolori a crochet

Un paio di calzine per neonato da fare in fretta con pochissima lana di due colori diversi ed un uncinetto n. 3,5. Ho messo insieme varie spiegazioni in diverse lingue, fatto un po’ di prove ed adattato. Ecco il risultato.

Io le ho fatte così; la taglia è per la nascita, il piede misura 9 cm di lunghezza.

Si inizia dalla parte elastica del risvolto: avviare 14 catenelle (6,5 cm) con il primo colore (io ho utilizzato il verde) e lavorare il primo giro a maglia bassa, poi proseguire a m. bassa in rilievo posteriore (m.b. lavorata prendendo solo il filo posteriore della maglia del giro precedente) per 24 giri (11 cm). Tagliare il filo e affrancare.

Piegare in due il rettangolo ottenuto nel senso della lunghezza e cucire il primo giro con l’ultimo a formare un anello.

Con il secondo colore (per me il color panna) riprendere 24 maglie su uno dei bordi dell’anello e lavorare in cerchio per 10 giri. Affrancare.

Per fare il tallone riprendere con il primo colore e lavorare 1 cat (al posto della prima m. bassa ) e altre 11 m. basse, girare il lavoro e continuare a lavorare a m. bassa avanti e indietro per 4 giri (12 m. basse)  lasciando le restanti 12 m. basse in attesa.

Al 5° giro: 1 cat al posto della prima m. bassa, 3 m. b., fare 2 diminuzioni e poi altre 4 m. basse. Si hanno 10 m. Girare il lavoro e al giro successivo fare: 1 cat, 3 m. basse, 1 diminuzione, 4 m.basse. Si hanno 9 maglie.

Piegare il tallone in due nel senso della lunghezza sul rovescio e cucire insieme i due bordi con mezze m. basse. Affrancare e rompere il filo.

Riprendere con il secondo colore la riga che si era interrotta per fare il tallone e lavorare 1 cat, continuare a m. bassa sulle m. basse precedenti e poi riprendendo le m. del bordo del tallone. In tutto sono 24 m. basse. Lavorando in cerchio lavorare in tutto 12 giri. Cambiare colore e fare altri 2 giri di 24 m. b., poi, sempre con questo colore, fare 6 diminuzioni rimanendo con 12 maglie. Al giro successivo fare altre 6 diminuzioni. Rimangono 6 maglie. Tagliare il filo lasciandone un poco per la cucitura e affrancare.

Lavorando sul rovescio del lavoro cucire la punta del piede (le 6 m. dell’ultimo giro).

Fare una seconda calzina uguale.

 

 

 

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

tanti sacchetti a crochet

Sacchetti, sacchettini e piccole buste a crochet, vari e colorati, da fare in pochissimo tempo e con pochissimo cotone e da tenere lì per poi utilizzarli come sacchetti per la lavanda, come bomboniere o per contenere un piccolo dono, qualcuno li usa anche per contenere piccole saponette.

Ne ho fatti tanti diversi più per divertimento estivo che per altro, ho preso spunto da foto trovate sul web, ma poi ho improvvisato.

Occorre pochissimo filo di cotone bianco o colorato, una buona occasione per utilizzare i gomitolini di filo avanzato da altri lavori; l’uncinetto sarà adeguato alla grossezza del filo.

I sacchetti bianchi con i cuoricini sono dei rettangoli cuciti alla fine su due dei lati. Sono lavorati a m. alta filet, con i cuori in positivo o in negativo. I pieni sono tutte m. alte, i vuoti sono: 1 m.alta, 1 catenella, saltare 1 m., 1 m. alta.

La bustina verde chiaro con il fiorellino lilla è un quadrato di 10 cm di lato con i quattro angoli piegati a formare una bustina. Si cuciono a 2 a 2 i margini di 3 lati e si ferma il quarto con un nastrino o un bottoncino. Lo schema del quadrato è il classico: 4 m. alte, 2 catenelle ripetuto 4 volte nel cerchio magico per il 1° giro, poi continuare facendo ai 4 angoli 2 volte 4 m. alte e 2 catenelle nello spazio delle catenelle del giro precedente.

Sempre quadrati a crochet sono quelli del sacchetto verde chiaro, questa volta sono 2 cuciti insieme, poi ho ripreso le maglie e lavorato in cerchio a m. alta filet per allungare il sacchetto.

Gli altri sacchetti partono da una base a cerchio. Per il sacchetto giallo, 1° giro: 16 m. alte nel cerchio magico; 2° giro: 1 m. alta, 1 cat. (in tutto 16 m. alte). 3° giro: in ogni catenella 3 m. a. chiuse insieme, 2 cat. Continuare in questo modo lavorando a spirale, cioè senza chiudere ogni giro, per 6 giri, poi fare 1 giro alternando 1 m. a. e una cat., infine gli ultimi 2 giri ad archetti: *1 m. bassa, 5 cat, saltare 1 m., ripetere da *.

Il bello di questi lavori è che si può improvvisare ed inventare come si vuole!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

vestito a crochet e tessuto

Ho appena finito un vestitino estivo con il top a crochet. L’ho fatto senza schema adattando il modello via via che procedevo alla taglia di mia figlia, non ho quindi spiegazioni.

Ho cominciato dallo scollo su una catenella chiusa a cerchio su cui ho continuato a lavorare in cerchio alternando giri a m. bassa in marrone a giri m. alta a V in arancione, aumentando il numero di maglie necessarie ad avere un anello.

 

Il corpino l’ho lavorato separatamente iniziando dal basso e lavorando in righe di andata e ritorno. Ho alternato righe di m. alta, m. alta traforata (1 m. alta, 1 catenella, saltare 1 maglia) e m. bassa, poi ho continuato tutto a m. bassa facendo 2 aumenti per riga in corrispondenza del seno e diminuzioni ai lati in corrispondenza degli scalfi manica.

Infine ho continuato a m.alta, continuando a diminuire per gli scalfi manica ed adattando lo scollo allo sprone circolare.

Ho cucito quindi le due parti ed ho fatto un giro di m.alta ed uno di m. bassa intorno agli scalfi manica. Qui ho passato anche con l’ago un filo elastico.

Per ultimo ho cucito il corpetto a crochet alla stoffa arricciata.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

bavaglini a crochet

Questi bavaglini sono molto semplici da fare, sono adatti anche per le principianti, poi si potranno decorare con le applicazioni che più piacciono.

Occorrono 50 g di cotone (per tutti e 3 i bavaglini), un uncinetto n. 2,5, 3 bottoncini e poco filo colorato per le applicazioni.

Montare 38 catenelle e lavorare un primo giro a m. bassa. Al 2° e al 3° giro fare un aumento all’inizio e alla fine di ogni giro; si hanno ora 42 maglie (16 cm).

Continuare a m. bassa senza più aumenti per 13 cm, lavorare le prime 12 maglie, poi senza finire il giro girare il lavoro e continuare solo su queste maglie diminuendo 1 maglia all’inizio di ogni giro per 8 giri. Rimangono 4 maglie.

Lavorare ancora 5 giri senza aumenti, poi aumentare 1 m. dal lato interno e nel giro successivo diminuire 1 m. dal lato esterno, per 16 giri. Fare una piccola asola lavorando 5 catenelle e fissando poi con 1 mezza m. bassa l’ultima alla prima. Rompere il filo e affrancare.

Riprendere il lavoro dalla parte esterna della metà lasciata precedentemente e fare lo stesso lavoro senza finire con l’asola. Cucire il bottoncino all’estremità.

Festone: intorno al bordo del bavaglino lavorare: 3 m.basse nella stessa maglia, 1 m. bassissima nella m. seguente, continuare così fino alla fine del giro.

In alternativa per il festone: 3 catenelle, saltare 2 m, 1 m. bassa.

Salva

Voci precedenti più vecchie

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, I Balocchi del Tipo Strano, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa