la Casa di Dante a Roma

In piazza Sidney Sonnino un severo edificio di impronta medioevale si distingue in mezzo al traffico dell’ampio viale Trastevere; è il palazzetto degli Anguillara nobile famiglia nota fin dal XI secolo.

Il palazzetto e la torre risalgono al secolo XIII, furono ricostruiti nel XV e più recentemente restaurati alla fine del 1800 quando si demolirono le vicine casette medioevali per l’apertura dell’ampio viale.

La Casa di Dante del titolo non allude a un inesistente soggiorno del sommo poeta a Roma, ma alla sede in questo palazzetto dell’ente morale “Casa di Dante” cui il Comune di Roma lo cedette cento anni fa, nel 1921, nel seicentesimo anniversario della morte di Dante, perché fosse in perpetuo consacrato alla divulgazione delle opere e della vita del poeta, come riportato da una lapide.

Nello stabile ha sede una biblioteca specializzata in libri danteschi, nella sala conferenze si tenevano ogni domenica letture delle opere di Dante, fino a quando l’emergenza Covid non ne ha determinato la sospensione..

le strade del rione Trastevere

Passeggiando per i vicoli e le strade del rione Trastevere si rimane incuriositi per gli strani toponimi che li contraddistinguono. Ecco una parziale ressegna dei più curiosi con la storia della loro particolare denominazione.

Partendo da Piazza in Piscinula ci si chiede il perché di questo nome che era senza dubbio legato alla presenza, in epoca romana, di terme con vasche e piscine. Le vicine Via della Gensola e Piazza della Gensola ricordano probabilmente la presenza in tale luogo di un albero di giuggiole, chiamate dai romani appunto gensole.

Piazza in Piscinula con il Palazzo Mattei

La vicina Via dei Salumi ricorda la presenza di magazzini di tali prodotti scaricati dal vicino porto di Ripa Grande. Nei pressi Vicolo del Buco ne suggerisce la strettezza. Via della Luce prende il nome dalla chiesa di Santa Maria della Luce che ricorda il miracolo di un cieco che riacquistò la vista.

Via della Lungaretta è una lunga arteria che ricalca parte del percorso della via Aurelia Vetus, è il diminutivo della vicina via della Lungara. Oltrepassato l’ampio e trafficato Viale Trastevere si arriva ad un altro nucleo caratteristico del rione: le strade e i vicoli che si diramano a raggera da Piazza Santa Maria in Trastevere. In Via della Paglia erano magazzini di foraggi, Vicolo del Cedro e Vicolo del Leopardo, probabilmente erano chiamate così per le insegne di taverne, Vicolo del Piede forse per via della sua forma o per il ritrovamento di qualche frammento di statua antica.

Vicolo del Mattonato deriva da un deposito di mattoni provenienti dalle vicine fornaci e vicolo de’ Cinque dalla nobile famiglia de’ Cinque.

Via del Moro prende il nome da un noto caffè, Vicolo del Cipresso e Via dell’Olmetto dagli alberi che qui crescevano. Via della Pelliccia è un toponimo che ha diverse spiegazioni: per alcuni è il cognome di un’antica famiglia, per altri deriva da un negozio di pelli. Vicolo e via della Renella sono una corruzione di Arenella perché erano vicini a una piccola spiaggia. Vicolo di Mazzamurelli forse fa riferimento a qualche leggenda perché il “mazzamurello” in romanesco è un demonietto, uno spirito maligno.

Il Vicolo dell’Atleta prende il nome da uno straordinario ritrovamento nel 1844 durante una ristrutturazione edilizia della magnifica statua di marmo di un atleta che si deterge il sudore con lo strigile, un raschiatoio; è la probabile copia di un originale di Lisippo; la statua è ora ai Musei Vaticani. Nella vicina Via dei Vascellari abitavano probabilmente i fabbricanti di vasi o, secondo un’altra interpretazione di barche.

Infine Via Fonte dell’Olio ricorda un evento avvenuto nell’antica Roma, quando, secondo la tradizione, scaturì olio dalla terra, probabilmente si trattava di acqua inquinata.

il rione Trastevere

Trans Tiberim” Oltre il Tevere, questa è l’origine del nome del rione romano, diventato celebre in tutto il mondo per la sua caratteristica popolare e colorita e per le sue case, piazze, chiese, vicoli di origine medioevale.

Palazzo Mattei a piazza in Piscinula

Nell’antica Roma non faceva parte della città dentro le mura, vi erano soprattutto strutture commerciali legate al porto che si trovava però sulla riva opposta del fiume. In età repubblicana vi abitavano marinai, pescatori e forestieri. Il ponte Sublicio, un ponte di legno lo collegava alla città. Più tardi vi sorsero grandi ville, fra queste anche quella di Giulio Cesare. Solo quando furono costruite le mura Aureliane la parte più a sud vi fu compresa.

In epoca medioevale ebbe vie strette e tortuose su cui si affacciavano botteghe e casupole spesso miserabili abitate da popolani fieri e generosi che si consideravano i romani veraci.

I vicoli si aprono all’improvviso in piazze con palazzi e chiese come Santa Maria in Trastevere, fra le più antiche di Roma, costruita nel 340 d. C.

Il contatto dei trasteverini con il Tevere era costante, molti vi lavoravano come pescatori, facchini, scaricatori, marinai o mugnai nei numerosi mulini che sfruttavano la corrente del fiume. Vi erano poi numerose botteghe artigiane: bottai, chiodaroli, tintori, falegnami, cordari.

Il fiume però periodicamente straripava provocando danni e vittime, l’alluvione del dicembre del 1870, pochi mesi dopo la presa di Roma da parte dei bersaglieri, fu la prima con cui dovette confrontarsi il nuovo Stato italiano. I muraglioni voluti dal nuovo Parlamento appena insediato misero fine alle alluvioni, ma deturparono per sempre un paesaggio unico al mondo.

Casa medioevale all’angolo fra via della Lungaretta e vicolo della Luce

Lo snaturamento del quartiere continuerà anche i decenni successivi quando facoltosi americani, affascinati dallo spirito del rione, si comprarono le case medioevali per ristrutturarle. In breve nel luogo delle vecchie botteghe sono sorti locali di ogni tipo e la vita notturna attira chiassose comitive. Nonostante tutto il quartiere mantiene il suo fascino e passeggiare fra i suoi vicoli è un’esperienza piacevole soprattutto in ore in cui i festaioli non si sono ancora svegliati!

.

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Gymnastics Creative

Ciao a tutti io sono Mariasole ho 12 anni sono un'homeschoolers, faccio ginnastica artistica da pochissimo tempo ma mi sono subito appasionata, oltre alla ginnastica artistica ho la passione di creare: lavoretti collane bracciali ecc. ecc. per questo il mio blog si chiama gymnastics creative (G.C.)

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Gymnastics Creative

Ciao a tutti io sono Mariasole ho 12 anni sono un'homeschoolers, faccio ginnastica artistica da pochissimo tempo ma mi sono subito appasionata, oltre alla ginnastica artistica ho la passione di creare: lavoretti collane bracciali ecc. ecc. per questo il mio blog si chiama gymnastics creative (G.C.)

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

semplicemente homemade

Your Home Decor Gifts - cucito creativo,scrapbooking,bomboniere

Noi Facciamo Tutto In Casa

Ricette di casa nostra, tradizionali e innovative

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..