alberi spaccasassi

Questo leccio imponente è riuscito a crescere nonostante la presenza della dura roccia vulcanica, le sue radici e il suo tronco si sono insinuati quando erano ancora giovani e sottili in fessure naturali che hanno contribuito ad allargare, stagione dopo stagione, anno dopo anno, sia con la sola pressione meccanica, sia approfittando della naturale erosione dovuta alle piogge, al gelo e al caldo. le radici hanno aggiunto anche un’azione chimica.

Spagna giugno 15 247

Questo Pinus nigra è riuscito invece con il suo sistema radicale poderoso ad ancorarsi e crescere sulla roccia calcarea.

Le radici di questi faggi ci testimoniano tutta la tenace lotta dell’albero per sopravvivere e crescere.

Qualche alberello cerca di sfruttare anche le fessure di città, se non verrà rimosso spaccherà anche l’asfalto.

In questo caso il fico affonda le radici nellaq copertura a volta di un manufatto archeologico, ma si è adattato a crescere capovolto! I rami invece di andare verso il cielo, hanno quasi raggiunto il suolo.

Anche questo enorme albero è cresciuto su antiche rovine ed ha trovato abbastanza nutrimento e spazio per diventare veramente imponente!

ricamare alberi

Progettare, ricamate, lavorare all’uncinetto alberi è un’attività che mi piace molto, è rilassante e il risultato che ottengo è gradevole. Qui una serie di lavori che hanno gli alberi come protagonisti. Il primo l’ho lavorato a punto a croce su tela che poi ho cucito su un cuscino già pronto.

Per il pannello con l’albero fiorito ho ricavato il tronco e i rami da vecchi jeans ed ho lavorato all’uncinetto fiori, foglie, farfalle e uccellino. Le spiegazioni per le applicazioni le ho scritte qui.

Per questo pannello con gli animaletti colorati invece l’albero è fatto tutto a crochet.

Infine l’alberello di Natale per accompagnare un pacchetto.

strane forme vegetali

A guardare certe strane forme vegetali che si incontrano camminando nei boschi si può credere a favole e leggende, a storie di fate e folletti, di magie e strane creature selvatiche.

Cosa avrà causato la stranissima forma del tronco di questo albero che ha compiuto un cerchio perfetto quando era ancora tenero e malleabile?

O l’accrescersi di questo vecchissimo tronco di faggio che ha formato un’ampia galleria, riparo per creature della foresta immaginarie e non.

Le antiche ferite di questi due alberi secolari, un faggio ed una quercia da sughero, hanno lasciato una grande bocca pronta al bacio e al canto,

o al sogghigno sgangherato.

La pianta che vive d’aria ha circondato questo tronco come una spessa sciarpa.

Il potente maestrale ha foggiato anno dopo anno la chioma di queste sughere che si inchinano a sua maestà il vento.

Questi poveri lecci della dehesa spagnola hanno invece subito la drastica potatura da parte dell’uomo alla ricerca di legname da sfruttare. Ora protendono al cielo rami contorti e scheletriti.

Le lunghe spine e i baccelli ricurvi di questa acacia sembrano gli artigli di una creatura selvatica e per nulla amichevole.

Nel tronco di questo castagno pluricentenario si possono immaginare volti e figure mostruose.

Questi funghi del legno formano strane mensole sul vecchio tronco morto.

E questa cuscuta non sembra una rete stregata pronta ad intrappolare le piantine? In realtà un po’ diabolica lo è visto che parassita le piante su cui cresce.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

alberi

Oh guarda!

e null’altro proferire,

dinanzi ai ciliegi in fiore

del monte Yoshino

(antico haiku)

alviano 10 aprile

 

“Perciò fai crescere il pingue olivo caro alla Pace”. Virgilio, Georgiche L. II

calanco maggio 12 014

 

Spagna giugno 15 247

Spagna giugno 15 327

Ninfa 079

I cipressi di Michelangelo.

museo delle terme di Diocleziano 008

 

agosto 2013 044

Ho visto il tramonto del sole illuminare una maestosa foresta di pini. I raggi dorati penetravano fra gli alberi come attraverso le volte di un imponente salone.”  Camminare, H.D.Thoreau.

Calabria 025

L’oro del Ginko biloba

Roma dic 13 009

alviano 12 giugno 14 015

roma maggio 13 080

roma maggio 13 063

roma maggio 13 070

I pini di Roma.

roma maggio 13 004

villa Ada 021

Le mie terre di vigne, di prugnoli e di castagneti, dove sono cresciute le frutta che ho sempre mangiato, le mie belle colline hanno un frutto migliore che fantastico sempre e non ho morso mai. (Cesare Pavese, Ciau Masino)

Casola Valsenio 045

PNALM 042

Tra gli alberi di una corte

ci si mostrano i gialli dei limoni:

e il gelo del cuore si sfa,

e in petto ci scrosciano

le loro canzoni

le trombe d’oro della solarità.

Eugenio Montale

monte san Biagio

Autunno

 

vischio

monte Rufeno

Sorbus aucuparia

Atquà giuggiolo

O Titiro, tu stando sdraiato sotto la protezione di un ampio faggio, componi un canto silvestre con la sottile zampogna”. Virgilio, Bucoliche, L. I

m.Fontecellese 9

… perdersi in un vecchio noce sterminato, come un palazzo di molti piani e innumerevoli stanze, veniva voglia d’imitarlo, d’andare a star lassù, tant’è la forza e la certezza che quell’albero mette ad essere albero, l’ostinazione a essere pesante e duro, che gli si esprime perfino nelle foglie.” Italo Calvino, Il barone rampante.

alviano giugno 11 041

rovere

parco della Banditaccia castel Foiano 036

Sughereta di San Vito

Ninfa 075

“Amava anche i tronchi bugnati come l’olmo, che ai bitorzoli ricaccia getti teneri e ciuffi di foglie seghettate e di cartacee samare” Italo Calvino, Il Barone rampante.

samare di olmo

Al vecchio olmo, squarciato dalla folgore

e nella sua metà marcito,

con le piogge d’aprile e il sole di maggio,

 alcune foglie verdi sono spuntate.

(Antonio Machado, A un olmo seco)

alviano 10 aprile 15 011

Ninfa 031

Calabria 010

Col tempo e con la paglia maturano le sorbe.

alviano 10 settembre 14 013

Sorbus torminalis

121 Nuraghe Appiu (11)

sardegna 13 131

Quercia da sughero

alviano maggio 12 063

 

Buon 2016!

Seguendo il ritmo delle stagioni, con le radici ben piantate a terra ed i rami protesi verso il futuro!

gli alberi e i fiori dei miei viaggi

Non posso certo mancare questo mese all’appuntamento con Il Senso dei miei Viaggi, la bella iniziativa di Monica del blog Viaggi e Baci.

Il tema mi attira particolarmente, poiché ho sempre avuto un grande interesse per alberi e fiori. In ogni nostro viaggio costringo mio marito a frequenti soste per fotografare piante nei posti più strani. Improvvisamente lungo un sentiero di montagna si volta e non mi trova più perché sono inginocchiata o sdraiata a fotografare un fiorellino. Lui pazientemente mi sopporta da decenni! Ho scattato migliaia e migliaia di foto di alberi maestosi e secolari in ogni stagione, dai pini loricati del Pollino, alle acacie della savana, e di fiori spontanei dalle cime delle montagne alle dune marine.

Al momento di mettermi al scrivere il post mi accorgo però che proprio l’abbondanza di foto costituisce un problema: come faccio a sceglierne tre fra le migliaia che ho scattato? Il criterio non può essere la qualità della foto, perchè oltretutto non sono una fotografa eccezionale, ma molto nella norma.

Cerco allora foto che ho scattato perchè mi aveva colpito la singolarità del soggetto o dell’inquadratura ed alle quali sono affezionata.

La prima foto viene dalla Puglia, passeggiando al tramonto per le strade di Locorotondo, fiancheggiate dalle case candide. Fra tanto candore gli  alberi di cachi spuntano da uno stretto cortile, ostentando sfacciatamente i frutti dal colore acceso.

Puglia dic.'11 183

Dalla Puglia alla Sardegna; queste querce da sughero sono accanto ai resti del villaggio nuragico Appiu e sono cresciute piegate per la potenza del Maestrale e scorticate dall’intervento dell’uomo, ma conservano una loro forza e dignità.

121 Nuraghe Appiu (11)

La terza foto mi pare la più commovente : l’albero dei panni, scattata a Chefchaouen, nel Rif marocchino, accanto al lavatoio pubblico: i giovani fichi cresciuti vicino al torrente appaiono allegri e compresi nel loro compito di ospitare sui rami, su cui cominciano a spuntare le prime foglie, i panni variopinti stesi ad asciugare.

93 Chefchaouen

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Gymnastics Creative

Ciao a tutti io sono Mariasole ho 12 anni sono un'homeschoolers, faccio ginnastica artistica da pochissimo tempo ma mi sono subito appasionata, oltre alla ginnastica artistica ho la passione di creare: lavoretti collane bracciali ecc. ecc. per questo il mio blog si chiama gymnastics creative (G.C.)

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Gymnastics Creative

Ciao a tutti io sono Mariasole ho 12 anni sono un'homeschoolers, faccio ginnastica artistica da pochissimo tempo ma mi sono subito appasionata, oltre alla ginnastica artistica ho la passione di creare: lavoretti collane bracciali ecc. ecc. per questo il mio blog si chiama gymnastics creative (G.C.)

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

semplicemente homemade

Your Home Decor Gifts - cucito creativo,scrapbooking,bomboniere

Noi Facciamo Tutto In Casa

Ricette di casa nostra, tradizionali e innovative

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..