un tempio di Iside a Roma

A Roma è esistito per molti secoli un tempio conosciuto come Iseo Campense dedicato alla dea egizia Iside e al suo consorte Serapide. Si trovava a Campo Marzio, nella zona in cui ora è la chiesa di Santo Stefano del Cacco, fra via del Plebiscito e piazza del Collegio Romano, .

Fu costruito nel I secolo a. C. e conobbe alterne vicende: fu più volte soppesso ed altrettante reintrodotto, l’ultima volta da Domiziano. Il culto rimase fino almeno al V secolo.

Doveva essere un tempio imponente, con un ingresso decorato da obelischi di granito rosso o rosa.

Dopo il suo abbandono e la sua distruzione, le decorazioni, le statue, gli obelischi, quasi tutti di provenienza egizia, furono impiegati per nuove costruzioni, come del resto successe a tanti altri monumenti, in questo caso erano veramente tanti e si trovano in varie collocazioni al centro di Roma.

Singolare è la storia della grossa pigna di bronzo ora ai Musei Vaticani che dà il nome all’intero rione!

Alcuni sono rimasti nei pressi ed hanno storie curiose, è il caso del colossale busto femminile di marmo che si trova in un angolo di piazza San Marco, accanto all’omonima chiesa. Si tratta probabilmente della statua della dea Iside o di una sua sacerdotessa, qui collocata intorno al 1500.

Madonna Lucrezia
Madama Lucrezia

I romani la ritennero il ritratto di Lucrezia d’Alagno, la bellissima amante del re Alfonso d’Aragona, amica di molti uomini potenti della sua epoca. Con il nome di Madama Lucrezia divenne una delle numerose statue parlanti di Roma, l’unica femminile. Su di esse comparivano versi di satira nei confronti dei potenti. Io ne ho parlato qui.

Probabilmente alla stessa statua appartiene il piede che si può ancora vedere nel vicino vicolo del Pie’ di Marmo. Il frammento ha un calzare tipico delle sacerdotesse di Iside.

Anche la Chiesa di Santo Stefano del Cacco prende il nome da una statua del dio egizio Thot nelle sembianze di un babbuino, qui trovata e chiamata dal popolino “macacco” (macaco) , da cui “cacco”. La statua è ora ai Musei Vaticani.

Due colossali statue raffiguranti il Tevere e il Nilo sono attualmente al Louvre e ai Musei Vaticani e due statue in basalto raffiguranti leoni furono collocate da Michelangelo alla base della cordonata che porta a Piazza del Campidoglio.

Gli obelischi che ornavano l’ingresso del tempio sono stati collocati in varie aree della città in epoche diverse. Uno è quello che il pulcino della Minerva, in realtà un elefante, porta in groppa; è un obelisco di provenienza egiziana del secolo VI a. C.

Un altro è quello collocato a Piazza della Rotonda, davanti al Pantheon, uno è in via delle Terme di Diocleziano, altri sono a Piazza Navona e perfino al Giardino dei Boboli a Firenze!.

Un’altra statua probabilmente proveniente dall’Iseo è quella della “gatta”, collocata su un cornicione di Palazzo Grazioli, nella via che ha preso nome proprio dalla statua: Via della Gatta. Questi animali erano sacri nell’antico Egitto e la dea con testa di gatta Bastet era protettrice della maternità.

Il felino sembra guardare in giù e una delle tante leggende narra che sorveglierebbe un tesoro nascosto proprio dove cade il suo sguardo.

Una seconda leggenda narra invece che la statua fu lì collocata in onore di un gatto che con i suoi miagolìi avvertì gli adulti del terribile pericolo che correva un bambino che passeggiava sul cornicione del palazzo.

Una curiosità: il termine “gatta” anticamente in molte zone d’Italia si riferiva all’animale in questione a prescindere dal suo sesso, maschio o femmina che fosse.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte da leggere ai bambini per sognare

fiorievecchiepezze

piante, animali e riutilizzo per lasciare una impronta piccola nell'ambiente

El Itagnol

Ultime notizie dalla Spagna e dall'Italia

Lipstick On Coffee Cup

L'entusiasmo non é leggerezza. "L'entusiasmo è per la vita ció che la fame é per il cibo".

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Il mio mondo, i miei libri, le mie storie

LA MASSAIA CONTEMPORANEA cuoca a domicilio

nel piccolo può fare grandi cose

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

semplicemente homemade

Your Home Decor Gifts - cucito creativo,scrapbooking,bomboniere

Noi Facciamo Tutto In Casa

Ricette di casa nostra, tradizionali e innovative

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

studio e ricerca: voce parlata - voce cantata - pratica strumentale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: