le lasagne degli antichi romani

Mi diverte sperimentare ricette insolite e sono stata molto attratta dalla  ricetta delle lasagne di Apicio, vissuto al tempo dell’imperatore Tiberio e famoso per essere stato un raffinato gastronomo. Seneca racconta di lui che morì suicida dopo aver dilapidato il suo cospicuo patrimonio in raffinatezze gastronomiche. “De res coquinaria” è l’opera scritta secoli più tardi probabilmente ricavata da suoi appunti; è la principale fonte di ricette dell’antica Roma.

Di tante ricette, non tutte facili da riprodurre ai nostri tempi, ho provato il Pasticcio di lasagne.

Le ricette di Apicio non hanno quantità quindi ho provato un po’ ad occhio ed ho cercato di sostituire quanto è diffile trovare con qualcosa di affine. Insomma la mia ricetta è stata adattata, ma il risultato è stato piacevole.

Io ho usato

  • 250 g di lasagne
  • 1/2 litro di brodo
  • 250 g di avanzi di carne o pesce
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di maizena o farina
  • prezzemolo, sedano, pepe
  • 1 bicchiere di vino rosso

Apicio prescrive di prendere pezzi di polpa di scrofa cotti, pezzi di pollo cotti, pezzi di pesce cotto, insomma si possono usare tutti gli avanzi di carne, pesce, salumi che si hanno a disposizione. Aggiunge il liquamen, io ho preferito soprassedere, anche se forse lo si può sostituire con delle acciughe sottosale sciolte in poca acqua.

Si mettono in una pentola il bicchiere di vino rosso, il prezzemolo e il sedano tritati finemente (al posto del levistico che nei nostri mercati non si trova), poco olio e si fa bollire pochi minuti per far restringere un poco il vino. Quindi si aggiunge un cucchiaio di maizena impastato con poco brodo in modo che non formi grumi ed il resto del brodo.

Si fa cuocere in modo che di addensi un poco ed i sapori si amalgamino, poi si aggiunge la carne, il pesce e gli altri avanzi tritati finemente. Si fa cuocere ancora considerando che la salsa non deve avere la consistenza di un ragù, ma deve essere più liquida perché i romani non prelessavano le lasagne, che devono perciò cuocere in questa salsa; se necessario si può aggiungere altro brodo.

Infine a fuoco spento si aggiungono le due uova preventivamente battute e si mescola velocemente per amalgamarle. Si aggiunge infine pepe a piacere. Il pepe non è un’aggiunta recente ed arbitraria, ma una spezia che avevano imparato ad amare grazie agli scambi commerciali nel loro vastissimo impero, tanto che lo mettevano anche i dolci.

In una teglia che vada in forno si mette poco sugo e un primo strato di lasagne e si continua ad alternare strati di sugo e di lasagne, finendo con altre mestolate di sugo. Quindi si mette in forno a 180-200° per circa 20 minuti.

Il sapore è piacevole e diverso dalle lasagne cui siamo abituati, ovviamente i romani non conoscevano il pomodoro! Vale la pena di provarle!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, gigantizzazioni, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: