#sensomieiviaggi: i cartelli dei miei viaggi

È arrivato l’appuntamento mensile con il #sensomieiviaggi, l’iniziativa di Monica del blog Viaggi e baci, che da due anni propone un tema da sviluppare intorno a tre foto. Monica ora ha ceduto il timone alle altre blogger, che a turno ogni mese propongono un nuovo tema. Questa volta è Monica Liverani che sul suo blog Idee di tutto un po’ ha proposto questo titolo originale e stimolante ed io, come sempre faccio ormai da molti mesi, raccolgo la sfida.

Ho un rapporto di amore e odio con i cartelli stradali, quelli che indicano la direzione da prendere per una  destinazione. Per noi che viaggiamo soprattutto con l’automobile queste indicazioni sono fondamentali, insieme ad una buona mappa stradale. Io di solito sono quella che deve fare da navigatore ed indicare la rotta, sono però un pessimo secondo: non ho il senso dell’orientamento, non riesco a leggere la carta stradale in macchina ed in genere vedo i cartelli all’ultimo momento, quando nel flusso del traffico è troppo tardi per cambiare direzione. Questo è fonte di bisticci e discussioni con il mio pilota, ma tant’è: uno il senso dell’orientamento non se lo può dare!

Da parte loro le indicazioni stradali sono spesso messe lì da sadici che dopo averti guidato coscienziosamente per più incroci, quando ti stai cominciando a rilassare e ti senti già arrivato alla meta, ti abbandonano e tu finisci in qualche periferia uguale in tutto il mondo e continui a girare come un asino alla mola sperando di ritrovare uno straccio di cartello. Questo soprattutto nelle grandi città ci fa perdere un mucchio di tempo ed accumulare tensione e stanchezza. Mi ricordo le nostre peregrinazioni vane in gran parte delle città europee, senza distinzioni fra nazioni: così fu a Brescia, a Berlino, Stoccarda, Bratislava, Londra, Oslo dove girammo più volte il raccordo anulare (a pagamento) alla ricerca del camping dove eravamo alloggiati.

Sarà sicuramente questo il motivo per cui foto mie di cartelli stradali non ne ho trovata neanche una! Neanche nel periodo pre-digitale.

Così mi dedico ad altri cartelli, più congeniali per me, come  quelli che segnalano i sentieri di montagna.

Scan2

Quando sbucando dalla nebbia si arriva ad un passo ed il cartello è lì, bello e colorato ad indicare la direzione ed il tempo di percorrenza, si tira un sospiro di sollievo e ci si concede una sosta per riprendere fiato. Questa foto la fece mio figlio tredicenne, che era già arrivato al passo mentre noi due “vecchi” arrancavamo ancora nella nebbia. Purtroppo anche in montagna spesso i cartelli non ci sono o non sono abbastanza ed allora sbagliare strada è ancora più duro, perchè vuol dire tanto tempo in più di camminata, quando si è già stanchi.

Questo secondo cartello è invece solo per gioco, “Attenzione ai trolls” lungo la Trollstigveien norvegese, la strada dei troll. La mia trollina se la ride e non è neanche dispettosa come un troll.

Scan

Anche l’ultimo cartello è per gioco, l’ho fotografato ad Asolo e l’unico quadrupede ammesso vicino alla fontana è finto.

Asolo3

 

Annunci

18 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. luna
    Giu 26, 2014 @ 13:28:25

    Il secondo cartello è troppo, troppo carino, mi piace tantissimoi!!!!!
    Il primo è affascinante e inquietante insieme, così immerso nella nebbia che potrebbe sfuggire.
    Molto simpatico anche il terzo, ma il mio preferito è assolutamente il primo!
    Baci, buon pomeriggio!

    Mi piace

    Rispondi

    • alesprint
      Giu 26, 2014 @ 14:28:49

      Il primo cartello lo fotografò mio figlio che allora aveva 13 anni e che è sempre stato bravo nelle inquadrature. Il secondo mi piace perchè c’è la mia “bambina”! Ciao Luna e buon pomeriggio anche a te.

      Mi piace

      Rispondi

  2. Chiara Pancaldi
    Giu 26, 2014 @ 13:50:00

    E’ proprio vero, anch’io non sopporto quando sei in una città che non conosci e spariscono i cartelli facendoti perdere un sacco di tempo!
    Io voto la foto 2, molto simpatica, se fossi passata da quelle parti di sicuro l’avrei immortalata anch’io! 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  3. alesprint
    Giu 26, 2014 @ 14:29:29

    Ti piace il cartello o la mia trollina? 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  4. Monica
    Giu 26, 2014 @ 23:00:58

    ma dove siete nella prima foto? curiosa io!!! Anche a me piacciono i cartelli dei sentieri… a volte… perchè a volte proprio come i cartelli stradali sul più bello spariscono dopo averti illuso di essere vicino alla meta!

    Mi piace

    Rispondi

  5. viaggiebaci
    Giu 30, 2014 @ 21:11:41

    Bellissimi il secondo e stupenda la tua trollina 😉

    Mi piace

    Rispondi

  6. Norma Ricaldone
    Lug 01, 2014 @ 08:09:22

    Belli i tuoi cartelli, anche per me il secondo è il preferito, non ne avevo mai visti.
    La tua trollina è bellissima.
    Il terzo è veramente simpatico, certo che si trovano cose strane in giro.
    Ti capisco molto per il senso dell’orientamento, non ne azzecco mai una e mio marito sbuffa sempre quando andiamo in giro assieme, riesco a perdermi anche col navigatore.
    Ciao
    Norma

    Mi piace

    Rispondi

  7. Chiara - Blondie81
    Lug 02, 2014 @ 11:24:11

    Che bel post!! Il terzo cartello è veramente geniale..ah ah ah!!!

    Mi piace

    Rispondi

  8. Trackback: I cartelli dei nostri viaggi: ho ritrovato la mia direzione. Idee Di Tutto Un Po'
  9. fefjfefj
    Lug 15, 2014 @ 22:40:27

    ma pure io voglio fare la strada dei troll!

    Mi piace

    Rispondi

  10. Claudia
    Set 24, 2014 @ 14:05:47

    Ci credi che io ho visto quella fontana ad Asolo!!! Ci sono stata in luglio con un’amica di Treviso! Mi aveva colpita tantisismo quella scritta minacciosa!!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, gigantizzazioni, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: