minestra pasquale di pangrattato

Questa è una minestra semplicissima che faccio quando ho del brodo disponibile, bastano pochi ingredienti. È una ricetta antichissima che ho trovato nell’Artusi sotto il nome di panata, ma come spiega l’autore, il nome con cui è conosciuta in Romagna è tridura (in altri testi ho trovato tardura o tritura) ed era tradizione consumarla nel giorno di Pasqua, uno dei tanti modi di consumare le uova, simbolo di rinascita della vita.

Artusi ci racconta di un’antica pergamena del secolo XIV in cui viene nominata come tridura fra i doni da inviare annualmente ai frati di Cafaggiolo.

Per questa minestra occorrono (per 4 persone):

  • 1 litro circa di brodo di carne
  • 4 uova
  • 50 g di parmigiano grattato
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 130 g di pangrattato

Rompere le uova in una ciotola, aggiungere gli altri ingredienti e mescolare accuratamente per formare un composto non troppo sodo, aggiungere il pangrattato un poco per volta per regolarsi meglio, se necessario aggiungere altro pangrattato.

Portare all’ebollizione il brodo ed aggiungere il composto lasciandolo cuocere alcuni minuti mescolando spesso. La minestra è pronta.

Ho trovato una ricetta simile di origine calabrese, preparata sempre per Pasqua, che ha però al posto del parmigiano 3 cucchiai di pecorino grattato.

Con lo stesso impasto si può anche preparare la minestra di passatelli, per farli occorre però avere lo strumento adatto: una sorta di schiacciapatate con i fori più grossi, molto diffuso in Romagna, ma difficile da trovare in altre regioni. In questo caso l’impasto deve essere più sodo e viene schiacciato nello strumento direttamente sulla pentola in cui è stato portato ad ebollizione il brodo, ne usciranno tanti vermicelli che si lasceranno poi cuocere per pochi minuti. L’Artusi aggiunge all’impasto un cucchiaio di midollo di bue, io evito.

Annunci

5 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. lamaky
    Apr 22, 2014 @ 17:01:18

    Ciao! ho appena scoperto il tuo blog! mi piace!!! e poi è bello scoprire che non sono la sola a riciclare l’Artusi 😉
    questa minestra da noi si chiama starcciatella, la facciamo senza pangrattato, ma è lo stesso procedimento, solo che invece di mescolare sempre, lasciamo “cuocere” il composto di uova e poi lo rompiamo con la frusta!
    a presto. claudia

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, gigantizzazioni, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: