i suoni dei miei viaggi: la canzone popolare africana

Accendendo la radio qualche giorno fa ho riascoltato con piacere “Malaika”, una delle più belle canzoni d’amore africane, cantata in swaili da Miriam Makeba e Harry Belafonte nel 1965.

Ho così ripensato ai miei tanti incontri con la musica africana, durante il periodo in cui lavorammo in Mozambico, all’inizio degli anni ’80 e ho deciso di ricordare quell’esperienza in un secondo articolo per “Il Senso dei miei viaggi” di Monica Viaggi e Baci.

La musica è parte fondamentale della cultura del popolo mozambicano ed è molto frequente incontrare musicisti di strada che improvvisano un batuque al mercato, utilizzando un vecchio bidone come tamburo. Immancabilmente la gente fa capannello intorno e comincia a ballare, le donne si muovono con tutto il loro fagottello sulla schiena, un paffuto bebè che non se ne stupisce minimamente.

Ma le foto di quest’articolo le facemmo tutte al Festival della Canzone e della Musica Tradizionale di Maputo nel 1980. Non sono foto digitali e la loro qualità lascia molto a desiderare, ma furono scattate da noi da lontano e con gli scarsi mezzi a nostra disposizione; allora in Mozambico non si trovavano neanche le pellicole. Sono però per noi una testimonianza ed un ricordo.

Gli artisti suonavano strumenti musicali ricavati da materiali poveri: zucche, gusci legnosi, gomma di vecchi copertoni, legno, semi. Quasi sempre la musica era accompagnata dalla danza ed era collettiva, perchè importante elemento di coesione del gruppo.

Festival della Canzone e Musica Tradizionale, Maputo 1980

Uno degli strumenti più utilizzato era la mbila, presente in diverse versioni in tutta l’Africa. E’ una sorta di xilofono le cui casse di risonanza sono gusci legnosi, zucche o anche bidoni a seconda della grandezza dello strumento e del suono che deve riprodurre.

Festival della Canzone e Musica Tradizionale, Maputo 1980

 L’intervento più coinvolgente ed applaudito fu però quello di una giovane Miriam Makeba, già famosa anche in America ed Europa, che cantò molti dei suoi successi. Memorabile fu il duetto in cui cantò la sua Pata Pata con il presidente della repubblica mozambicana Samora Machel!

strumenti musicali 002

La cantante sudafricana fu costretta a lasciare la sua terra per il suo impegno contro il regime dell’aparthaid e  continuò sempre a battersi contro le discriminazioni razziali ed ogni tipo di sfruttamento, fino all’ultimo giorno della sua vita, che si concluse qui in Italia, a Castel Volturno, durante un concerto contro la camorra, che aveva ucciso sei africani durante la rivolta contro lo sfruttamento della manodopera straniera, concerto che lei dedicò anche a Roberto Saviano. Fu colpita da infarto, ma nonostante i forti dolori al petto volle continuare ugualmente a cantare. Saviano parlò di lei nello speciale di Rai 3 “Dall’inferno alla bellezza” in cui denunciò il ritardo con cui arrivarono i soccorsi.

Annunci

9 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Lorenzo
    Set 02, 2013 @ 09:52:32

    Miriam Makeba! Continuerà sempre a farci emozionare con la sua voce stupenda e il suo ritmo carico di vita.. https://www.youtube.com/watch?v=6mXRgSc1q1w

    Mi piace

    Rispondi

  2. viaggiebaci
    Set 02, 2013 @ 11:47:35

    Bellissima questa testimonianza cara Ale. Hai saputo portarci dalla voce di Miriam Makeba ai suoni “rudimentali” e super ritmati della musica africana con delle foto che parlano da sole … anzi, dovrei dire “suonano da sole”!!!
    E io che pensavo che questo tema fosse difficile …

    Mi piace

    Rispondi

  3. vagabondele
    Set 11, 2013 @ 00:41:06

    grazie per avermi aperto le porte di un mondo nuovo!

    Mi piace

    Rispondi

  4. Trackback: Il gran concerto dei viaggiatori | Viaggi e Baci
  5. Beat
    Set 17, 2013 @ 22:26:49

    Bellissime foto, che bella sensazione trovare Miriam Makeba così giovane…io che ho sempre rimandato i suoi concerti per un motivo o per l’altro, sempre qualche problema, fino a che non è stato troppo tardi 😦 complimenti!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, I Balocchi del Tipo Strano, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: