il fico d’India

monte s.Biagio settembre 12 009

Il ficodindia (Opuntia ficus-indica) è una pianta originaria dell’America centrale, dove era un’importante risorsa alimentare per il bestiame e gli esseri umani. La capitale dell’impero azteco, l’odierna Città del Messico, si chiamava Tenochtitlàn, cioè “fico d’India che sorge su una roccia”, per rispettare la profezia che voleva la fondazione della città là dove avessero trovato un ficodindia con sopra un’aquila che teneva un serpente nel becco.

Dal ficodindia gli aztechi ricavavano anche il prezioso carminio, un colorante rosso ricavato dal corpo essiccato e poi macinato di una cocciniglia, un insetto che si nutre della linfa di questa pianta.

La pianta è adattata a vivere in climi aridi, per cui i suoi fusti sono trasformati in grandi pale succulente, in cui la pianta immagazzina acqua e sono rivestiti da una pellicola cerosa che ne impedisce la perdita di acqua.. Le foglie sono invece trasformate in spine.

Gli europei lo portarono nel vecchio continente fin dai primi viaggi di Cristoforo Colombo, che utilizzava le grandi pale, ricche di vitamina C, come cibo per i marinai, utile a prevenire lo scorbuto. Inizialmente in Europa fu allevata soprattutto per la sua stranezza, ma la pianta si ambientò molto bene nelle regioni mediterranee, divenendo parte del paesaggio e fonte di cibo per gli uomini ed il bestiame, oltre che utile a formare barriere impenetrabili, alte fino a 5 metri. E’ una pianta molto rustica che vive bene in terreni poveri

I fiori gialli sono molto belli, i frutti sono maturi in agosto. Per coglierli occorre munirsi di robusti guanti perché i minuscoli peli rigidi sono particolarmente insidiosi. Per sbucciare il frutto si deve prima strofinarlo con un panno umido per eliminare quante più spinette possibile, poi conviene sciacquarli e togliere la buccia usando coltello e forchetta. Sono ottimi consumati freddi.

monte s.Biagio settembre 12 003

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Laura Najma
    Ago 10, 2013 @ 15:10:28

    …per togliere le spine meglio lasciarli sotto l’acqua corrente oppure usare una spazzolina: togliere le spine dal panno sarebbe impossibile ed il panno non potrebbe essere riutilizzato (esperienza personale 🙂 )
    Belle le foto!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, I Balocchi del Tipo Strano, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: