pulizie di primavera: cosa butto e cosa tengo

Appuntamento con la staffetta di Blog in Blog, una staffetta fra blogger, che ogni mese si passano il testimone per parlare contemporaneamente di uno stesso argomento deciso a maggioranza con un sondaggio.

Il tema di questo mese può essere inteso in diversi modi, in maniera letterale o interpretando il titolo  in senso più ampio.

La tentazione di farsi prendere dalla voglia di buttare via tante persone che vivono pensando solo al proprio tornaconto e non al bene della società in cui si vive è grande, in un tempo in cui stiamo subendo le conseguenze di questo comportamento, sicuramente non generalizzato, ma ben radicato in personaggi che avendo denaro e potere possono influenzare molto la vita degli altri.

Molti cittadini poi, pur non avendo potere, mettono in pratica la stessa strategia di comportamento, cercando attraverso le varie furbizie, l’acquiescenza al politico di turno, la delega, di ottenere dei miseri vantaggi. Fa fatica ad affermarsi da noi l’idea che se agisco considerando il bene della società nel suo complesso, ciò mi ritornerà anche come vantaggio personale, essendo ciascuno di noi un essere sociale, strettamente correlato ai suoi simili vicini e lontani, in una rete di relazioni estremamente complessa.

Esistono sicuramente moltissime persone che hanno sempre agito correttamente, lavorando seriamente, educando i propri figli ad una condotta responsabile ed onesta, ma anche questi subiscono i danni che questi comportamenti, ripetuti per decenni, hanno provocato sulle finanze del nostro Stato, ma anche sul senso morale, che ne è risultato distorto ed avvilito.

In questa fase io sono molto arrabbiata con tutto ciò, con la situazione generale del nostro Paese, da cui non vedo via d’uscita, che sta portando e porterà ancora di più nei prossimi anni, i giovani migliori ad andare a cercare lavoro e dignità all’estero.

I miei figli si trovano in questa situazione, entrambi laureati brillantemente in materie scientifiche, dovranno rassegnarsi ad andare in un altro Paese, come se l’Italia non sapesse che farsene dei suoi giovani laureati. Mi fa solo rabbia continuare a sentire le lamentele sulle statistiche che vedono in diminuzione gli iscritti alle facoltà scientifiche.

Io in realtà non posso spazzare via tutto ciò con la polvere dell’inverno; posso solo esprimere il mio dissenzo con il voto, con gli appelli in piazza o sul web. Mi pare ben poca cosa, certo non risolverò da sola la situazione.

Ed allora dedichiamoci a fare le pulizie che dipendono solo da me: cosa buttare di tutto il ciarpame accumulato? Dopo settimane passate con gli operai che ridipingono le pareti la tentazione è buttare via tutto! Ed invece in conclusione non abbiamo buttato via quasi niente: questo è un caro ricordo…questo me l’hanno regalato….questo lo posso trasformare….questo può sempre servire. I libri poi mai! Non si buttano.

Chissà forse questa nostra tendenza a conservare è un modo di sentirci ancorati alla nostra storia, in un’epoca destabilizzante.

L’appuntamento è per la prossima staffetta, il 15 di giugno, a meno di staffette straordinarie! E questo è l’elenco dei blog che partecipano questa volta:

1) Alessia scrap & craft – http://www.4blog.info/school

2) Mamma & Donna – http://www.mammaedonna.info

3) Federicasole – http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog

4) Impronta di mamma – http://improntadimamma.blogspot.it

5) Micaela Le M Cronache – http://lemcronache.blogspot.it/search/label/Staffetta

6) Federica Rossi – http://mammamogliedonna.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

7) paroladilaura – www.paroladilaura.it

8) Vivere a piedi nudi – http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

9) whatAwhomanSaysAboutit – www.quellocheunadonnadice.blogspot.it

10) Palmy Learning is experience – http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

11) Sara Stellegemelle – http://www.stellegemelle.com/search/label/di%20blog%20in%20blog

12) Alessandra – https://fiorievecchiepezze.wordpress.com

13) Io mi piaccio – http://iomipiaccio.blogspot.com

14) Cristina – http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog

15) Il mondo di Cì – http://ilmondodici.blogspot.com/

16) maryclaire perle&cose http://www.maryclaire-perlecose.blogspot.it/

17) made in bottega – http://www.madeinbottega.com

18) Accidentaccio – http://accidentaccio.blogspot.com

19) Il pampano – http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog

20) Mammachecasa! – http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog

21) CeciliaKi – http://ckmystyle.blogspot.it/search/label/staffetta-di-blog-in-blog

22) Barbara – http://mammababysiracconta.blogspot.it/

23) Tinella – http://unaltracosabella.blogspot.it

24) Patrizia – http://pattibum.wordpress.com

25) Dispariepari – http://www.dispariepari.it/

26) Raffaella – http://kitchentipsblog.com/

27) Désirée – http://www.letturealcontrario.com

28) Le Gioie di Moira – http://legioiedimoira.blogspot.it/

30) Design Therapy – http://www.designtherapy.it/

31) Idea Mamma – http://www.ideamamma.it

32) Wondernonna – www.wondernonna.it

33) Arianna – www.conlemaninelsacher.blogspot.it

34) Sono al Mondo – http://http://sonoalmondo.blogspot.it/

35) Il caffè delle mamme – http://www.ilcaffedellemamme.it

36) I Viaggi dei Rospi – http://www.iviaggideirospi.com/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog

37) Verdearighe – http://verdearighe.blogspot.it/

38) Come nasce una mamma – http://www.comenasceunamamma.it/news/tempo-libero/193-pulizie-di-primavera-cosa-butto-e-cosa-tengo.html

39) Norma – http://voglioilmondoacolori.blogspot.it/

40) Mamma…e ora che faccio?? – www.mammaorachefaccio.com

41) Viaggi e Baci: http://viaggiebaci.wordpress.com/

42) Caos In Casa: http://caosincasa.blogspot.it/

43) Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/

44) mamiblog.it – http://www.mamiblog.it

45)Priorità e Passioni http://prioritaepassioni.blogspot.it/

Annunci

25 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. marziadonnasudueruote
    Mag 15, 2013 @ 09:44:15

    non basterebbe questo spazio per scrivere tutto quello che ci sarebbe da dire a riguardo mi limiterò a dire PAROLE SANTE. andrebbe urlato in piazza!

    Mi piace

    Rispondi

  2. simona - ilpampano
    Mag 15, 2013 @ 11:03:39

    D’accordo con Marzia!|

    Mi piace

    Rispondi

  3. ilmondodici
    Mag 15, 2013 @ 13:19:57

    Siamo in sintonia su alclune cose, ma io voglio continuare a credere che il comportamento di tutti sia importante e che la maggioranza delle persone sia positiva (e non solo perchè mia figlia sia piccola e quindi occorra esser ben ottimisti coi tempi che corrono). Sull’andare all’estero dei tuoi figli immagino come possa spiacerti, da mamma, ma da persona che invece ci è stata devo dirti che è una grande occasione, noi siamo stati in Paesi con culture diverse e abbiamo sempre avuto delle esperienze illuminanti (certamente vedi quel che non va in Italia, ma vedi anche quello che di bello c’è e non si sa apprezzare). Specie se fa CV, un periodo all’estero è qualcosa che secondo me, crisi o no, vale la pena di fare per arricchimento personale, per acquisire un’apertura mentale che in Italia manca – ma serve molto – e anche la consapevolezza dei proprio punti di forza, sperando che si aprano finestre in futuro per chi poi vuole tornare. In bocca al lupo per i tuoi ragazzi.

    Mi piace

    Rispondi

    • alesprint
      Mag 15, 2013 @ 14:00:03

      Grazie! Sono d’accordo con te sull’opportunità di un’esperienza all’estero, mio figlio del resto è stato molto fuori d’Italia, in Spagna e Canada ed io stessa ho lavorato per un periodo all’estero. Però deve essere una scelta e non un obbligo! E non mi pare che il futuro riservi prospettive di miglioramento della situazione. Forse quello che mi fa più arrabbiare è questo buttar via le nostre competenze, perchè oltre a tutto non c’è uno scambio, non ci sono possibilità per laureati stranieri in materie scientifiche di fare un’esperienza in Italia.

      Mi piace

      Rispondi

  4. antonella
    Mag 15, 2013 @ 14:19:17

    quello che scrivi è terribilmente vero. Io stessa ho provato sulla mia pelle tutto questo, e poi mi sono arresa, ho deciso di appendere al muro la mia laurea con la disillusione che tutto questo comporta…. Ai miei figli auguro invece di cuore di potersene andare da questo paese…. di andare la dove le loro qualità verranno valorizzate e dove si sentiranno meno frustrati.

    Mi piace

    Rispondi

  5. ilmondodici
    Mag 15, 2013 @ 14:30:43

    Sì, hai ragione.
    Speriamo bene…

    Mi piace

    Rispondi

  6. Maria Chiara
    Mag 15, 2013 @ 15:08:01

    Hai espresso benissimo anche il mio pensiero: non avrei saputo farlo così bene come hai fatto tu!
    Grazie

    Mi piace

    Rispondi

  7. Priorità e Passioni (@PriorityPassion)
    Mag 15, 2013 @ 15:51:06

    sono d’accordo con le tue riflessioni e anche che i libri non si buttano…mai!!!

    Mi piace

    Rispondi

  8. Barbara
    Mag 15, 2013 @ 16:45:46

    mi piace la tua ultima frase e la condivido! Sono d’accordo anche sui libri!!!

    Mi piace

    Rispondi

  9. Wish
    Mag 15, 2013 @ 18:54:12

    Parole verissime. A volte penso che è impossibile liberarsi di questo stato di cose finchè i cittadini sono i primi ad essere quelli che ingannano, cercano la via più comoda, anche se scorretta, pensano che essere più furbi significa fregare il prossimo eccetera eccetera. Allora penso che uno Stato con cittadini del genere si merita questa classe dirigente. Poi però penso a mio marito, a me, ai nostri genitori che ci hanno insegnato i valori della correttezza, della morale. A tutte le persone come noi e i nostri compagni di viaggio, che invece questo stato di cose non le meritano. Anch’io faccio parte di chi ha appeso la laurea al chiodo e vivere da precaria 31 anni fa paura. Sopratutto ora che ho Pablito 😉 vorrei essere tra quelli che fuggono da questo Stato ma sono troppo nostalgica e ho troppo bisogno di avere accanto i miei amici e la mia famiglia…
    Bel post 🙂

    Mi piace

    Rispondi

  10. Norma
    Mag 15, 2013 @ 19:03:07

    Come ti capisco, mi figlio è a Chicago!
    E i libri neppure io li butto via mai
    Ciao

    Mi piace

    Rispondi

  11. viaggiebaci
    Mag 15, 2013 @ 22:14:34

    Le tue riflessioni toccano una questione che mi sta dando del filo da torcere in questi giorni. Ho appena scoperto che la logopedista da cui ho portato mio figlio non fa ricevute fiscali perchè non ha la partita iva (le volte in cui ci sono andata l’ho sempre pagata convinta che me l’avrebbe fatta a fine mese, ma poi quando gliel’ho chiesta mi ha risposto che per il poco lavoro che ha non vale la pena averla!): non ti dico come ci sono rimasta quando me l’ha detto …
    La prima cosa che ho fatto è stato cambiare professionista, ma continuo a chiedermi se devo denunciarla o meno alla guardia di finanza. Da un lato c’è il desiderio di farlo per quello che hai scritto tu (ognuno nel proprio piccolo dovrebbe agire per il bene comune), dall’altro lo scrupolo di metere in diffilcoltà una persona di cui non conosco la situazione familiare …
    E’ un po’ come a scuola quando passi i compiti: sai che non va fatto, ma poi ti senti in colpa verso chi non ha studiato (assurdo!) e lo fai. All’estero non si farebbero di questi problemi, e infatti la situazione è migliore di quella italiana …

    Mi piace

    Rispondi

  12. Lallabel
    Mag 15, 2013 @ 23:15:41

    Questo dell’assenza di possibilità in Italia per i laureati in materie scientifiche è un argomento scottante per me, che sono laureata in materie scientifiche e non faccio il mio mestiere, che adoro.
    Potrei dire tanto ma ormai sono svuotata… posso solo sperare in un futuro migliore per i tuoi figli e i miei nipoti!

    Mi piace

    Rispondi

  13. alesprint
    Mag 16, 2013 @ 09:17:06

    Grazie a tutte per i commenti e la solidarietà!

    Mi piace

    Rispondi

  14. Cecilia Ki
    Mag 16, 2013 @ 19:44:03

    Mi dispiace molto per i tuoi figli. Immagino che non sia facile.
    Io ho avuto personalmente l’esperienza contraria (laureata all’estero e rientrata in Italia per lavoro). E ora ho la fortuna di lavorare in una società (privata) dove assumono neolaureati.
    Io credo che ci sia davvero una Italia sana. Ma certo dipende dai settori e dalle specializzazioni.
    Vi faccio un enorme in bocca al lupo per tutto il meglio per le loro carriere e le loro vite!

    Mi piace

    Rispondi

  15. Federica MammaMoglieDonna
    Mag 17, 2013 @ 14:35:00

    Accidenti che tema spinoso!
    Fai bene a parlarne… mi rattrista sempre sentire di persone che devono trovare la loro strada fuori dal nostro paese. Io ho un’amica che lascerà a breve con suo marito e i miei adorati nipotini di 3 anni…! NON E’ GIUSTO!!
    E questi parlano di Ius Soli!?!!
    Ma ius soli de che?! Diamo i diritti agli italiani, prima che da troppo tempo ormai ci son negati!

    Mi piace

    Rispondi

  16. Alessandra
    Mag 18, 2013 @ 09:31:47

    Ma sai, non sono certo i giovani stranieri a togliere il lavoro ai nostri, loro sono caso mai una risorsa preziosa di gente giovane in un Paese che statisticamente sta invecchiando. Il problema è la mancanza di investimenti sulla ricerca, la cultura, l’impiego di giovani, in tutti i decenni passati. Ora ne paghiamo le conseguenze. E solo per fare un esempio che conosco, in un Paese come il nostro che frana, anche in senso reale, non c’è assolutamente possibilità di lavoro per un giovane idrogeologo come mio figlio, ma anche per tanti altri come lui.

    Mi piace

    Rispondi

  17. Arianna @ Con le Mani nel Sacher
    Mag 24, 2013 @ 09:27:28

    Mai buttare via i Libli (maiuscolo). e questo è una regola di vita e di pensiero!

    Per quanto riguarda il resto del tuo post, io continuo a sperare che le persone intelligenti (per fortuna ce n’è) riescano a vedere il vero valore dei giovani che valgono. Ai laureati e laureandi dico di fare tanta esperienza, anche durante il corso di studi. Qualsiasi lavoro va bene, dal bar al negozio, dalla raccolta della frutta ai lavori socialmente utili. Questo perchè bisogna imparare a nuotare in quello che è il mondo fuori dalle 4 mura scolastiche. L’università non prepara a questo e purtroppo bisogna prendere un sacco di iniziativa e farsi le spalle larghe.

    Un grande in bocca al lupo a te e ai tuoi figli vedrai che le cose miglioreranno. Devono migliorare!
    Arianna @Con le Mani nel Sacher

    Mi piace

    Rispondi

  18. alesprint
    Mag 24, 2013 @ 11:40:22

    Grazie Arianna! Si, hai ragione per quel riguarda l’opportunità di accumulare esperienze ed essere disposti a fare qualsiasi lavoro. Del resto i miei figli, e tanti loro coetanei, hanno fatto di tutto: camerieri, baby sitter, accompagnatori turistici, consegna di pizze..Però penso che deve arrivare un momento in cui cominci a fare quello per cui sei stato formato! Spero con te che le cose migliorino.

    Mi piace

    Rispondi

  19. Trackback: Il meglio della settimana #20 | MammaMoglieDonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Nel Mondo del Giardinaggio

Giardinaggio, natura e tanto altro!

Cuore di Maglia

Mani di Mamma per Bimbi Piccini

ciboefilosofia

"Fa del cibo nello stesso tempo qualcosa di normale e di straordinario, di quotidiano e di eccezionale, di semplice e di speciale".

NOI FACCIAMO TUTTO IN CASA

Alla riscoperta dei gusti di una volta....

gioiellidiale

gioielli(e non solo) in ceramica raku,creazioni in maglia e uncinetto e dolcini naturali!

Tetide

Giornalismo geologico

Il giro del mondo attraverso i libri

"I libri sono come anime imprigionate finché qualcuno li prende dalla libreria e dona loro la libertà" S. Butler

In viaggio con Valentina

Tra vent'anni non sarete delusi dalle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite (Mark Twain)

Dolce & Salato Senza Glutine

La mia cucina è la mia passione... cucinare mi rilassa e adoro cucinare per me, ma soprattutto per la mia famiglia..

londarmonica

uno specchio sulle possibilità

sarde e finocchietto

le ricette di casa mia

Made by Kate

Kate Alinari, schemi ad uncinetto, amigurumi, gigantizzazioni, traduzioni e divertimento!

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

archeoricette

#archeofoodblog #archeoblog #artblog #varieblog

____________Mille Nuovi Orizzonti__________

Nasce dall'esigenza di dare qualche informazione utile sui mezzi di trasporto, ristoranti, guesthouse, luoghi e orari dei viaggi fatti.......lasciando la poesia alla fotografia

Pezze di storia

Storie e memorie di un pezzo di stoffa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: